Wednesday, April 2, 2008

Cartoomics 2008: una lunga strada da percorrere


Ormai è calata la sera sulla giornata di domenica a Cartoomics...gli espositori stanno velocemente raccogliendo la loro merce e noi di The Passenger, nel nostro piccolo, facciamo altrettanto.

Sono stati tre giorni di affluenza mediocre sia nell'interesse mostrato dai visitatori che dalla "qualità" del pubblico in generale. Mentre a Lucca i curiosi sono stati aperti alle novità, a Cartoomics il pubblico è venuto solo per pubblicazioni conosciute che cercava e per le varie cazzatine giapponesi che anche io apprezzo ma che soffocano sempre più i fumetti veri e propri. Noi non abbiamo venduto come durante la mostra lucchese novembrina ma è andata più che sufficientemente bene.Per la Fondazione Fossati-un plauso cmq se lo merita- una lunga strada da percorrere.
E con una certa soddisfazione posso dire che gli stranieri sono stati la vera sorpresa...mi spiace dirlo ma gli italiani si dimostrano chiusi, poco interessati e soprattutto "ignoranti" su molti argomenti. Può darsi che sia da quando frequento diversi stranieri ma rimango ogni giorno sempre più deluso.
Passiamo ora a parlare di brave persone che con il loro affetto e la loro simpatia ci hanno fatto compagnia durante i tre lunghi giorni, e cioé i nostri vicini di stand e gli ospiti che ci sono venuti a trovare.

Alla nostra destra nella corsia B c'era il preparato e sempre interessante Antonio Scuzzarella che si sta dando da fare tantissimo con la sua casa editrice 001. Insieme alla sua collaboratrice Cinzia mi hanno fatto conoscere meglio le loro pubblicazioni tra cui menziono un bellissimo libro di un disegnatore cinese : Nie Chongrui.

----------------------------------------------------------------------------------

Alla nostra destra il divertentissimo e acuto Valerio Della Bruna di Hazard Edizioni che ha risollevato il ns morale e mi ha mostrato un loro volume disegnato da Paolo Cossi sulla strage degli armeni. Scetticamente l'ho letto e ne sono rimasto affascinato dalla forza narratrice. Anche questo come il precedentemente albo menzionato da comprare.

----------------------------------------------------------------------------------

Di fronte a noi lo stand di Tunuè con i simpatici Emanuele Di Giorgi e Daniele-che ringrazio in particolare per la disponibilità e per l'affiatamento che si è creato. Con loro e con quelli di 001 siamo andati a cenare sabato 29 e ci siamo divertiti molto. Devo ringraziare Tunuè poichè sono stati i primi a credere in The Passenger non solo a prendedone qualche copia in conto vendita ma anche a pubblicizzarlo sul loro sito con una dettagliata scheda. Grazie carissimi amici. Di loro ricordiamo quel piccolo gioiello che è Mono che in ogni numero presenta moltissimi talenti.

Infine ringrazio per primi Ewa Hatz, regista e artista a tutto tondo che sta svolgendo magnificamente il ruolo di Artist Agent per la Passenger Press, Lorenzo Morabito e Luca Conca che hanno presenziato nella giornata di sabato ed in ordine sparso, sperando di non dimenticare nessuno Alex Crippa, Giovanni Gualdoni, Luca Boschi, Armin Barducci, Niccolò Storai, Lorenzo Sartori, Patrizia Mandanici, Ivan Mannuppeli e i giovanissimi che mi hanno mostrato i loro lavori, sottolineando quanto mi ha fatto piacere rivedere Gigi "Sime" Simeoni-un grande- che ha acquistato una copia ancora prima di riconoscermi! Sei sempre un bell'uomo!






Thanx a lot to all strangers those bought our number zero and for compliments received and made by them.
Thanx also to our datchsund Tosca for her presence.

Ecco infine i primi tre poster della ns collezione.






Ci si vede a Fullcomics...Accendo i rertorazzi e via nell'infinito!

11 comments:

ale said...

ottimo report!

The Passenger said...

Grazie caro, ci sei mancato!

Luca said...

sì, il pubblico di cartoomics era meno curioso e più distratto di quello di lucca.
ma nell'editoria l'importante è l'immagine e il logo di una testata:riuscire ad essere presenti nelle fiere, nelle vetrine, nei piccoli e grandi appuntamenti.
in modo che anche chi non l'abbia letto, passando e vedendo l'inconfondibile astronauta, possa dire:"le lo lì il passenger".
certo, se poi lo compra anche fa cosa gradita...
ciao!
luca

macchiedinchiostro blog said...

Mi dispiace non esserci stato! Sarò a Milano intorno ai primi di Maggio. Ci si vede?
P.S. ma il fantastico bassottino chi è?

The Passenger said...

Grande Luca, maestro di disegno...fatti vedere più spesso!
Ciao Leonardo, la bassotta è la direttrice del magazine! E comanda come un mastino napoletano!

The Passenger said...

@ Leonardo...certo che ci si vede...!

Daniele said...

Ohi, grazie mille della foto e del messaggio e soprattutto del poster che ho già attaccato in cameretta. Ci si vede a Fullcomics!

Ciaoooo

Claudio Cerri said...

Bel post. Spiace che il pubblico italiano sia poco interessato alle novità. Lo penso anche io ed è un vero peccato.

E_Bone said...

Grazie di essere passato sul mio Blog!
Al fullcomics ci sono sicuro e mi faro' vedere al vostro stand!
E_B

Ewa said...

Come per Cartoomics anche in altri settori la voglia di aprirsi del pubblico è scarsa e questo forse per un impoverimento culturale generale.Speriamo nella gente di Piacenza per Fullcomics.

Destabbio said...

Tante grazie per i complimenti, ci si vede alla prossima.

Archives